Lettori fissi

giovedì 31 marzo 2011

Piadine

Una ricetta veloce per fare in casa le piadine.
Dose per 4 piadine
250 g farina 0
25 g di olio EVO
100/105 g di acqua calda (non tiepida)
5 g sale
la punta di un cucchiaino di lievito
Procedimento
Nel mixer lavorare insieme gli ingredienti fino ad avere un impasto omogeneo.
Dare all'impasto una maneggiata a mano e lasciarlo riposare nel mixer chiuso per  30 minuti.
Trascorso il tempo di riposo, dividere l'impasto in 4 parti e lavoralo in modo da avere 4 palline.
Farle riposare ancora 10 minuti coperte con un tovagliolo e poi iniziare a spianarle una per volta (mentre la prima cuoce si spiana la successiva e così via).
Intanto avremo preriscaldato il testo romagnolo quindi iniziamo la cottura.

Due o tre girate e le nostre piadine sono pronte.
Ottime farcite con prosciutto cotto, stracchino e rucola oppure affettati.
Ps. se non avete il testo romagnolo potete usare una padella dal fondo spesso.
Ciao

lunedì 28 marzo 2011

Crostata morbida

Questa ricetta è di Marina Braito, è una crostata morbida veloce da preparare ma soprattutto è gustosissima.
Indico le sue dosi e tra parentesi quelle che ho seguito io .
Ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro

200 g  farina 00 
200 g zucchero (170g )
200g  burro morbido (150g )
2uova + 1 tuorlo 

1/2 bustina di lievito (8 g)
1 vasetto di marmellata (non l'ho pesata ma cmq meno di un vasetto)

(un pizzico di sale)
(25 g di liquore aromatizzato alla banana)
Procedimento
Nella ciotola della planetaria mescoliamo farina, zucchero, lievito e liquore. Poi aggiungiamo le uova sbattute con una forchetta.

Quindi uniamo il burro morbido.
Ora foderiamo lo stampo di cottura con carta forno e spalmiamoci l'impasto. Facciamo delle fossette (non troppo profonde perchè la marmellata andrà sul fondo del dolce) e riempiamole di marmellata. Possiamo anche ricoprirla tutta di marmellata senza fare le fossette.
Cuocere a 180° per 45 minuti in forno statico. Fate la prova dello stecchino e se si colorisce troppo in superficie copritela con dell'alluminio.
 Aspettate che si raffreddi un pochino e quindi toglietela dallo stampo di cottura. Una volta fredda spolverizzare con zucchero a velo.
Provatela è molto buona.

venerdì 25 marzo 2011

Centro home page

Vi mostro da vicino il centro che apre il blog.
Realizzato su puro lino f.lli Graziano colore grezzo, ricamato con ritorto fiorentino n. 8 e 12 in due tonalità di rosa.

Il motivo centrale.
I fiori ricamati con il filato più scuro sono realizzati a punto vapore (hanno 8 petali ottenuti avvolgendo il filo intorno all'ago 9 volte), quelli più chiari, ricamati all'interno dello spazio vuoto, sono creati a punto rammendo.
Le barrette del tessuto non sfilate sono legate a fascetti.
Tutta la griglia è contornata da un cordoncino su 4 trame che fissa i fili tagliati. A delineare i margini c'è poi un giro di punto quadro su 4x4 trame.
Arricchiscono il lavoro dei motivi realizzati a punto reale.
Avviciniamoci e vediamolo meglio.
Sempre più vicino .......
La sfilatura che lo contorna.
Non stò a descrivervi i punti .... sono talmente tanti !!!!. Guardate è senz'altro più semplice.
L'angolo della sfilatura.
Per costruirlo è stato necessario l'uso di un piccolo telaio. Il fiore interno è creato su 8 fili lanciati per lato e poi ricamato a punto rammendo.
I motivi che arricchiscono le estremità.
Sono realizzati a punto reale, punto quadro e punto vapore.
 Bello vero?.
Ps non finivo mai di farlo. Ciao.

Pane biove delle Simili

E' una ricetta delle mitiche sorelle Simili che ho trovato girobloggando: la posto.
Un pane di facile esecuzione che non richiede l'uso della pasta madre e  neanche lunghi tempi di lievitazione. Il risultato? un buon pane profumato e morbido.
Ingredienti
500 g di farina (io ho messo 400g 00  e 100 g manitoba)
280 g di acqua
20 g di lievito di birra
20 g di strutto (io burro)
un cucchiaino raso di malto (io miele)
8 g di sale
Procedimento
Ho versato nella ciotola dell'impastatrice acqua, lievito, miele e burro e mescolato con una forchetta. Ho aggiunto la farina e sopra questa, ho messo il sale. Impastato per 8 minuti.
 Ho fatto lievitare la pasta sul piano da lavoro  coperta a campana con una ciotola per 25 minuti.
 Dopo la lievitazione ho diviso la pasta a metà, fatto due filoncini e tirata con il mattarello in un lungo e sottile rettangolo.
 Arrotolato delicatamente su se stesso senza fare forza e cercando di creare un cilindro regolare.
 Ora mettiamo i due pani a lievitare tra due fermi (io ho usato una parete del muro e un sacchetto di farina da un chilo) sopra un canovaccio ben infarinato. I due fermi devono impedire la  lievitazione per il senso della  lunghezza e consentire la crescita per la larghezza.
 Chiudiamoli tra lo strofinaccio e facciamo lievitare per 45 minuti.
Dopo la lievitazione dividiamo i due filoncini a metà.
Poniamo i quattro impasti sulla leccarda ricoperta di carta forno con la parte tagliata rivolta verso l'alto. Pratichiamo un taglio in maniera decisa (si può usare il bisturi o una lametta).
Ho cotto a 200° per 35 minuti in forno statico posizionando la leccarda sul terzo ripiano (cioè distante dalla fiamma). Posto i pani ancora caldi su una griglia a raffreddare.
Alla prossima.

mercoledì 23 marzo 2011

Centro con fiorellini arancio

Realizzato su tela di puro lino "Bellora" bianca a trama e ordito pari è ricamato con filato verde ritorto fiorentino n. 12 e 8 e filato arancio n. 12 (non ricordo la marca).
Date un'occhiata da vicino.
Vi piace la sfilatura posta ai lati? Bella vero! Me l'ha insegnata Paola.
I fiorellini sono realizzati a punto vapore. Ogni fiore è composto da otto petali realizzati ciascuno avvolgendo il filo intorno all'ago per 8 volte. 
I fiorellini sono arricchiti da foglie realizzate a punto reale.
Il punto quadro che forma la griglia è eseguito su 4 trame sia in altezza che in larghezza.
Ecco come ho composto il disegno.
Anche questo l'ho regalato quindi non ho altre foto.
Ciao.

martedì 22 marzo 2011

Tigelle e crescentine

Non so se è corretto ma pare che le tigelle vengano chiamate crescentine quando sono cotte al forno.
Io posto la ricetta che ho e voi chiamatele come vi pare :-)
Ingredienti per 40 tigelle
800 g farina 0
200 g farina 00
200 ml di panna da cucina
200 g di latte
260 g di acqua
25 g lievito di birra
un cucchiaino di sale
Procedimento
Nella planetaria ho versato latte, panna, acqua e  lievito ho dato una mescolata con una forchetta.
Poi ho aggiunto le farine e sopra queste il sale. Lavorato bene fino ad avere un bell'impasto omogeneo.
Quindo l'ho messo a lievitare per 3 ore (nella foto prima e dopo la lievitazione).
Ho spianato la pasta lasciandola alta circa 1 cm e preparato tutte le tigelle tagliandole con un coppapasta. Man mano che le preparavo le ho coperte con la pellicola.
Quindi un pò ne ho cotte al forno.
E la stragrande maggioranza le ho cotte con l'apposito testo (le preferisco così).
Non ho le foto, ma in questa occasione le avevo farcite tutte con spinaci e salsiccia..... di un buono che non vi dico. Sono sparite tutte. Naturalmente erano in circa 20 ragazzi a mangiarle.
Alla prossima.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...