Lettori fissi

lunedì 24 novembre 2014

Tutorial sfilatura MDM

Ecco le immagini per mostrarvi come realizzare questa sfilatura.
Filo usato Ritorto Fiorentino n. 12 ed ago n. 24 senza punta.
Iniziamo con lo sfilare trame per un'altezza di cm 1,5 ed eseguire orlo a giorno su tre trame sia sopra che sotto.
Ora eseguire il primo giro di legature dei fascetti: in totale i giri sono 5.
Iniziare dalla parte centrale della sfilatura ed eseguire il modulo base costituito da 6 colonnine annodate singolarmente e 3 colonnine legate insieme. Sarebbe opportuno dotarsi di telaio per ottenere una maggior regolarità del filo (confesso di non averlo usato: trovo noioso doverlo spostare).
Ora realizziamo il secondo giro.
Le colonnine legate singolarmente continuano ad essere annodate una ad una mentre nelle tre colonnine legate insieme il filo si fa passare all'interno del nodo.

Ecco me si presenta il lavoro dopo aver  eseguito il 2° giro.
Ora a specchio eseguire lo stesso modulo......
 ..... e nello stesso modo procedere con il quarto giro.
Adesso, mentre si esegue il 5° giro bisogna ricamare il fiore, da qui è assolutamente indispensabile il telaio.
Il modulo è sempre lo stesso ma questa volta durante il passaggio nei tre fascetti annodati insieme bisogna ricamare il fiore.
Si inizia dal petalo posto in alto (purtroppo la foto non è nitida) si fa passare il filo del 5° giro all'interno del nodo e si ritorna su per eseguire il primo petalo a punto rammendo. La base del petalo è costituita dalle 3 colonnine legate assieme e dai 2 fili del 5° giro.

Terminato il primo petalo si eseguono i petali laterali che hanno come base i 3 fili lanciati durante i primi 3 giri (è indifferente quale fare per primo)
Ora bisogna realizzare il quarto petalo. Dalla parte centrale del fiore lanciare il filo e annodarlo alla prima delle sei colonnine ....

...... tornare indietro in modo di aver creato la base per il petalo e ritrovarci al centro del fiore.
Capovolgere il lavoro e sempre a punto rammendo fare il quarto petalo.
Ecco il fiore "sbocciato".
Spero di essermi spiegata, saluti Paola.

venerdì 21 novembre 2014

Sfilatura MDM

Buonasera non so se può interessarvi ma volevo dirvi che sono alle prese con questa sfilatura.
Fatemi sapere se vi fa piacere vedere come realizzarla, eventualmente scatto alcune foto prima di terminarla e vi mostro  i vari passaggi. 
Ciao

mercoledì 22 ottobre 2014

Le nappe annodate

Un post veloce, tanto per ricordarsi come si fa a pubblicare  (non ho abbandonato il blog ma da quando c'è Leo devo dire che non ho molto tempo libero).
Sono delle nappe realizzate con del cotone povero, sono abbastanza veloci da montare anche se per fare i nodini si impiega diverso tempo. 
Vi mostro alcune immagini.
 Guardate che belle le sfere in ceramica.
Saluti Paola

giovedì 24 luglio 2014

Orecchini Lucia

Quando è estate non mi dedico molto ai miei hobby e questa estate con l'arrivo di Leo (il nostro cagnolino) si può dire che ho proprio oziato.
Alcune cosine le ho fatte, guardate che belli questi orecchini, li ho assemblati per Lucia utilizzando le sue perle e turchesi, sono venuti veramente delicati e d'effetto. E' la prima volta che uso materiali di valore e devo dire che fanno la differenza.
A voi alcuni scatti.
Ho realizzato per primi questi con le perle ......
..... e poi quelli con il turchese
 Che ne dite???
A me sono piaciuti e mi fa piacere che siano stati di gradimento anche per Lucia.
Saluti Paola.

martedì 15 luglio 2014

Leon

Buongiorno e bentrovati, dopo diverso tempo rieccomi con una new entry.
Vi presento Leon, Leo per gli amici, lo splendido shih tzu nato il 16 febbraio 2014, arrivato in casa nostra il 17/05/2014. La gatta di casa non è stata felice dell'arrivo infatti pochi giorni dopo gli ha regalato un bel graffio nell'occhio,  per fortuna non ha perso la vista (per un pelo tanto per rimanere in tema).
E' affettuosissimo e coccolone e vi assicuro che ormai è diventato un membro della famiglia a tutti gli effetti.
Unico neo il pelo, il lungo pelo, tutte le sere dobbiamo spazzolarlo e a quanto pare non può essere tagliato fino ad un anno di età.
E' come l'arrivo di un neonato, richiede molto tempo per la cura, ma vi assicuro restituisce molto in termini di affetto.
Sono in pausa pranzo quindi non posso dilungarmi. Velocemente vi mostro alcune foto.
Ogni posto è adatto ai riposini .....



...... non sembra un neonato con queste posizioni? E che bel primo piano, è un incrocio tra un orsetto e un lemure.




Il peliccione è cresciuto e venerdì andiamo di nuovo dalla tolettatrice per fare barba e capelli

Saluti Paola ...... e Leo.

domenica 15 giugno 2014

Il Maritreccia

L'impasto dei maritozzi .... intrecciato. Molto soffice e soprattutto senza uova e burro.
Ottimo per la colazione o la merenda.
Ingredienti
Lievitino: 25 g di lievito di birra, 100 g di acqua tiepida e 100 g di farina manitoba.
Impasto
450 g di farina 00
150 g di latte tiepido
140 di zucchero
80 g di olio di semi di mais
un pizzico di sale
Preparazione
Impastare gli ingredienti del lievitino e far riposare per almeno 30 minuti. Io di solito lo preparo la sera e lo metto in frigo tutta la notte.
Una volta lievitato aggiungere gli ingredienti dell'impasto e far incordare bene.
Porre a lievitare per almeno un'ora.
Riprendere l'impasto lievitato e dividere in tre parti.
Formare dei filoncini che poi vanno spianati e farciti con marmellata o nutella.
Sigillare bene i filoncini ........
.... e poi intrecciare (si può mettere dello zucchero in granella).
Se si fa un unico dolce sappiate che viene molto grande, altrimenti si possono fare due trecce più piccole.
Ho farcito il treccione con marmellate e questi dolci più piccoli con nutella e marmellata. 
Far lievitare per 30/40 minuti e poi infornare a 180° per 35 minuti (regolatevi con il vostro forno),  senza preriscaldare il forno.
Ed ecco l'interno.
Se conservata in un sacchetto di nylon si manterrà soffice a lungo (ammesso che duri qualche giorno).
Saluti Paola.

giovedì 15 maggio 2014

15 Maggio 2014

La più bella festa del mondo è la corsa dei ceri che si corre a Gubbio oggi, come ogni anno, il 15 maggio in onore del patrono Sant'Ubaldo.
Vi consiglio di seguire qui  la diretta televisiva per vedere, sottolineo "vedere" la festa, perchè è solo correndo tra i vicoli di Gubbio dietro ai ceri, in mezzo alla gente con i canti,  profumi e colori che caratterizzano Gubbio in questo giorno che si riesce a vivere la festa con lo spirito di amore e  amicizia, e un pò di competizione, come ci ha insegnato il nostro amato patrono Sant'Ubaldo.
La corsa è dedicata al patrono, i ceri  sono tre:  Sant'Ubaldo, San Giorgio e Sant'Antonio (il mio amato Sant'Antonio), e sono portati a spalla dai nostri ceraioli.
Date un'occhiata anche qui , quoqua.
   
Ma attenzione se venite a Gubbio questo giorno cercate di non essere d'intralcio, potreste farvi male :-).

Vi saluto vado alla festa ........e viva Sant'Antonio.

giovedì 10 aprile 2014

Le quattro bontà

Questa ricetta l'ho vista da Cameron,  la quale dice di averla letta su Cioccolata & C........
Non riporto esattamente la ricetta di Cameron ma indicherò le dosi che ho usato io.
E' bene preparalo il giorno precedente la consumazione e per la conservazione non è necessario tenerlo in frigo.
Ingredienti per una tortiera da 24 cm di diametro con apertura a cerniera
Per la base
160 g di biscotti secchi tipo oro saiwa
80 g di burro fuso fatto raffreddare
Per la crema pasticcera 
2 tuorli
80 g di zucchero 
60 g di farina
500 g di latte
Per la copertura
120 g di farina 00
2 uova
 80 g di burro a pomata
 80 g di zucchero
 la scorza di limone
 un pizzico di sale
 2 cucchiaini rasi di lievito
confettura di albicocche
Procedimento
Per prima cosa ho preparato la crema pasticcera con il classico procedimento : ho mescolato tuorli e zucchero,  aggiunto la farina e poi il latte. Ho cotto a bagno maria fino a che si è rappresa.
Quindi l'ho trasferita in uno stampo di ceramica, per far si che si raffreddasse più rapidamente e poi coperta con la pellicola  per evitare la formazione della  la crosticina sopra.
Per la preparazione della base, con il mixer ho ridotto in polvere i biscotti e una volta polverizzati ho aggiunto il burro e continuato ad amalgamare.
Ho foderato la base dello stampo di cottura con carta forno, versato i biscotti, compattati con il batticarne e messo in frigo a solidificare.
Quanto alla copertura, per prima cosa ho montato gli albumi a neve ferma,
con la foglia k ho lavorato il burro con lo zucchero, aggiunto un tuorlo per volta e quindi il resto degli ingredienti. Una volta ben amalgamati gli ingredienti con un cucchiaio ho incorporato gli albumi.
A questo punto non ci resta che assemblare il dolce:
Riprendere lo stampo di cottura, versare sopra la base di biscotti la marmellata ......
.... e sopra la marmellata adagiare la crema cercando di tenersi ad 1 cm dal bordo di cottura.
Adesso mettere la copertura dentro una sac a poche e quindi ricoprire la crema.
Cuocere a 180° in forno statico per 45 minuti.
Eccolo appena sfornato
Una volta freddo spolverizzare con zucchero a velo.
E questo è l'interno: croccante cremoso e soffice.
Saluti Paola.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...