Lettori fissi

venerdì 27 dicembre 2013

Il giardino delle ortensie

Non mi ero resa conto di essere stata latitante per tanto tempo e allora un post per mostravi il centro che ho regalato alla mamma per Natale. Premetto che il regalo è incompleto perchè non sono riuscita a fare i due centri per i comodini che realizzerò prima possibile.
Apro la scatola ....
.... ed inizio a spiegarlo.
Ed ora lo apriamo.
Materiali usati: puro lino f.lli Graziano Siena,  Ritorto fiorentino n. 12  e n. 8.
Vi mostro la sfilatura ed i vari motivi a punto reale.



Alla mamma è piaciuto particolarmente, e a voi?
Saluti e Buone Feste Paola.


venerdì 22 novembre 2013

Tuber magnatum pico

Non è una patata irregolare ma un bel tarufo bianco: per gli amanti è di sicuro il più pregiato dei tartufi.
Lo ha trovato Laki,  il cane di mio padre, della quale non ho foto, è una femmina di   bracco pointer con il pelo corto e liscio, (devo essere sincera secondo me non è bellissima anche se mio padre ne è innamorato).
Vi faccio vedere due suoi cuccioli, uno dei quali, quello bianco e nero, è identico alla madre.
 E adesso  pesiamo il tartufo, che ne dite sarà sufficiente per un bel piatto di fettuccine?
.... e la proporzione mela e mandarino, rende l'idea della dimensione?
Emana un profumo delicato ma intenso che in pochi istanti satura l'ambiente, pensate persino la terra che lo avvolge ha preso il  sapore del tartufo. 
Saluti Paola
PS messaggio per mia cognata Paola: Custi ha detto che devi farlo vedere a Baldino eventualmente quando verrà pulito dalla terra che lo avvolge gliene sarà fatto gentile omaggio (della terra!) tanto l'aroma è simile.


giovedì 7 novembre 2013

Un post per tre

Oggi un post veloce dedicato a tre diversi argomenti.
Iniziamo con il nuovo paraspifferi,  realizzato in pelliccia 100% naturale color cipria (date le dimensioni vi assicuro che l'aria non passa).
Che noia, possibile non si possa dormire in pace!
Un piccolo centro destinato ad affiancare la lunga corsia che avevo realizzato diverso tempo fa.

E per finire un lievitato salato: il salame del re a modo mio.
Di solito lo realizzo "ad occhio", ho pesato gli ingredienti per Laura che mi ha chiesto le dosi, che condivido quindi anche con voi.
Ingredienti per 2 forme in stampo da plum cake
200 g di latte tiepido
25 g di lievito di birra
un pizzico di zucchero
1 uovo
30 g di olio EVO
500 g di farina
80 g di parmigiano
sale
Ripieno
mortadella
formaggio a pezzetti
una spolverata di parmigiano
Procedimento (purtroppo non ho foto)

  1. nella ciotola della planetaria sciogliere il lievito nel latte con lo zucchero.
  2. aggiungere al liquido di cui sopa, l'olio e l'uovo (con una forchetta dare una mescolata)
  3. unire il parmigiano, la farina ed il sale per ultimo
Amalgamare bene fino ad avere un impasto liscio ed omogeneo (con il KEN 4/5 minuti a vel. 1,5).
Dividere l'impasto a metà e con il mattarello stenderlo ad altezza di circa 1 cm.
Ricoprire con le fette di mortadella, i pezzetti di formaggio e una spolverata di parmigiano. Arrotolare e mettere nello stampo da plun cake ricoperto di carta forno. Con l'altra metà seguire lo stesso procedimento.
Far lievitare per circa 1 ora e mezza in luogo caldo (io forno con luce accesa e pentolino con acqua calda).
Cottura 180° per 40 minuti mettendo gli stampi direttamente nel forno senza preriscaldarlo.
Molto buono e soffice.

Un saluto a tutti da Paola

venerdì 18 ottobre 2013

Il centro con la sfilatura verde

Un post veloce, senza tante parole perchè oggi c'è sole e quindi me ne sto fuori all'aria aperta, giusto per mostrarvi il centro con la sfilatura verde il cui tutorial, postato qualche giorno fa, trovate qui.
Tessuto Siena dei F.lli Graziano, filato Ritorto Fiorentino.
Ve lo mostro piegato perchè secondo me si adatta anche alla realizzazione di un cuscino, che ne dite?.
Ed ora i dettagli, la sfilatura arricchita da mezzi fiori a punto reale....
... forse così si vede meglio.
 L'angolo.....
..... questa foto è per Patrizia che mi ha chiesto come ho fatto l'angolo della sfilatura.
Il motivo a punto reale posto ai quattro angoli.
Il rovescio del ricamo.
 Ed il centro aperto.
Ciao Paola

sabato 12 ottobre 2013

Oggi sposi ...... auguriiiiiiiiiiii

Il post di oggi è dedicato ad un cuscinetto portafedi che è veramente un gioiellino (secondo me!).
L'ho confezionato mettendolo in una scatola, sopra la quale ho incollato questo fiore.
ed ho legato un fiocco in un angolo, così:
Adesso apro la scatola e ve lo mostro.
Ho usato un puro lino dei F.lli Graziano color panna ed ho ricamato con il Ritorto Fiorentino n. 8 per i motivi a punto reale e n. 12 per la sfilatura ed il punto vapore. Chi vuol vedere come si ricama la sfilatura  trova il relativo post  qui .
Mi avvicino, la sfilatura e l'angolo.
Il fiore a punto reale posto al centro, ed i quattro fiorellini a punto vapore contenitivi il nastro ferma fedi.
Non ho appesantito con molti ricami la parte interna in quanto la sfilatura, considerando le dimensioni del cuscino,  è molto importante.
Nell'angolo a sinistra ho collocato un fiocco realizzato con il filato usato per il ricamo.
Le foglioline poste ai quattro angoli ed i fiorellini a punto vapore.
E' veramente delicato, eccolo fuori dalla confezione, forse così potete vederlo meglio.
Adesso vi saluto augurando agli sposi una vita di coppia serena e felice.
Ciao Paola.

sabato 21 settembre 2013

Tutorial sfilatura verde


Oggi per voi  il tutorial per la sfilatura verde. Vi ricordo che trovate questo lavoro, e molti altri, sul Settimo libro di punto antico della Gubbini, se riuscite a trovarlo vi consiglio di acquistarlo è veramente bello.
E' un lavoro veloce (il veloce parlando di ricamo è relativo) e d'effetto.
Prepariamo il tessuto nel modo seguente:
T = togliere la trama
L = lasciare la trama
T 1 - L 4 - T 1 - L 4 - T 1
L 10
T 1
L 10
T 1 - L 4 - T 1 - L 4 - T 1
Per prima cosa bisogna legare con un punto indietro, che si muove sopra e sotto (T 1 L 4 T 1), 4 trame per volta.
Guardate il movimento dell'ago: 2 passaggi per il primo punto indietro .......
..... ci spostiamo sotto e altri due passaggi.
Proseguire fino a completare per tutta la lunghezza della sfilatura .
Adesso passiamo sulle quattro trame sottostanti e ripetiamo i punti eseguiti sopra,  guardate dalla foto come dovete far coincidere  i punti indietro.
Questi passaggi che sono stati eseguiti, devono essere ripetuti a specchio nella parte opposta della sfilatura.
Terminati questi punti ecco come si presenta il lavoro.
 Adesso sui dieci fili centrali ricamare:
-  5 punti reale su 10 fili (se guardate la foto potete vedere che i punti indietro soprastanti ci fanno da
    riferimento in quanto i punti reali occupano le trame che intercorrono tra i due punti indietro)
- 5 punti reale su  2 fili (in questo caso i punti reale non sono 1 e 1 trama bensì 1 punto reale e 2 trame).
Quindi ripetere questo ricamo anche sulle altre 10 trame sottostanti.
  Ecco il retro del lavoro.
Ho poi arricchito la sfilatura con una cornice a punto reale su quattro trame sia sopra che sotto.
Il lavoro è finito.
Spero di essermi spiegata, saluti Paola.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...