Lettori fissi

domenica 29 aprile 2012

Pinza bolognese

Voglio ringraziare tutti coloro che passano per il mio blog e in particolar modo i Membri, e per farlo vi offro un dolcetto.
E' una ricetta delle sorelle Simili quindi una garanzia di buon risultato,  l'unico accorgimento è che per una buona riuscita non va mai lavorata con le mani , ma ammassata e fatta rotolare sul piano da lavoro, senza mai schiaccirala.
Ho dimezzato la dose,  fra parentesi le mie modifiche
Ingredienti:
1000 g di farina 00 (500 g)
375 g di burro a temp. ambiente ( 200 g)
25 g di strutto (io non messo)
350/400 g di zucchero (175 g)
50 g di latte (25 g)
10 g di miele (8 g)
5 g di sale (un pizzico)
25 g di lievito chimico (10 g)
4 uova (2 uova)
Marmellata ai frutti di bosco e zucchero in granella
Procedimento
Fare la fontana e mettere al centro tutti gli ingredienti ad esclusione del lievito.
Battere gli ingredienti al centro con una forchetta fino ad avere una cremina.
Coprire la cremina con la farina e sopra questa versare il lievito. Insinuare una spatola sotto l'impasto e sollevarlo in modo da far assorbire la farina.
Continuare la lavorazione in questo modo senza mai lavorarla con le mani.
Ho diviso a metà l'impasto,  con una metà ho ricoperto la base dello stampo di cottura,  spalmata di marmellata e  ricoperta con l'altra parte d'impasto. Coprirla è la parte più difficile ma non preoccupatevi  se si rompe perchè poi in cottura torna tutto bello liscio. Spargere sopra la granella di zucchero e via in forno a 180° per 30 minuti.
Eccovi servita una fetta.
Buonaaaaaaa.

giovedì 26 aprile 2012

Dolcetti cocco limone

Dei dolcetti un pò calorici, ma suvvia ogni tanto si può fare.
Vi riporto gli ingredienti con annotate tra parentesi le modifiche che possiamo fare per renderli un pò più leggeri.
Ingredienti
4 uova
160 g di zucchero semolato
100 g di farina 00
7 g di lievito per dolci
200 g di panna per dolci non zuccherata (1 vasetto di yogurt)
90g di farina di cocco
250 g di latte (325 g di latte)
100 g di burro a pomata (40g di burro e 60 g di olio di semi)
1,5 limoni e mezzo usare sia la buccia che il succo
zucchero a velo
Preparazione Ho usato il kenwood ed il frullino
Montare le uova intere con lo zucchero, devono diventare una bella massa spumosa ..... aggiungere farina e lievito.
Continuare a montare e, senza interrompere la frusta, unire tutti gli altri ingredienti.
Rivestire di carta forno la base dello stampo di cottura (io uso uno stampo con diametro 24 cm) mentre le pareti le ho unte con del burro.
 Versare il composto nello stampo e cuocere in forno a 180°....
... se la superficie si colora eccessivamente dopo 30 minuti mettete sopra un foglio di allumino e continuate la cottura  fino ad un tempo complessivo massimo di 40/45 minuti.
Controllate che non si cuocia troppo altrimenti l'interno si secca e ne perde in gusto:  basta fare la prova con uno stecchino il quale deve uscire dal dolce un pò umido.
Ecco come deve essere una volta cotto.
Una volta ben freddo togliere i bordi, tagliare a quadrotti,  spolverare generosamente con zucchero a velo e mettere nei pirottini di carta.
Ciao Elisabetta :-).

domenica 22 aprile 2012

Portatovaglioli

Mia cognata, Paola, bravissima ricamatrice (ma di quelle brave veramente!)  mi ha insegnato a confezionare questi portatovaglioli,  mentre per i decori ho preso spunto qua e la.
Sono 12 portatovaglioli ricamati su puro lino Bellora colore Bianco.
Per il ricamo ho usato il Ritorto Fiorentino nei colori rosa e celeste.
Vi mostro le coppie (le foto sono veramente scarse)


 Guardate come sono confezionati.

Belli vero??? 
Ciao e buona domenica.

sabato 7 aprile 2012

La Tovaglia per la festa

Pensando al pranzo di Pasqua ...............oggi posto una tovaglia.
E' in puro lino color grezzo (è il lino che si usa per il punto Assisi) ricamata con il Ritorto Fiorentino n. 8 e 12 nelle tonalità grezzo, rosa antico e rosa più scuro.
La lunghezza è oltre i tre metri (è per dodici commensali), quindi c'è voluto un bel pò di tempo per realizzarla. Ho preso spunto da uno dei volumi di Punto Antico di Bruna Gubbini.
Cerco di mostrarvela da vicino.
Iniziamo con la misura del motivo centrale che è cm 54x160.
Ed ora vi mostro i vari motivi.
La parte laterale  che è stata eseguita a specchio.....
 ....... la parte centrale.
La griglia che struttura lo schema è realizzata a orlo a giorno arricchito da una guida a punto reale su 4 trame.
I vari motivi.
..... ed altre immagini.

 Questa è il ricamato che decora i quattro angoli.
E' orlata con il brillino arricchito da un piccolo motivo a punto reale.
Sui quattro lati la parte centrale dell'orlo è interrotta da questo rombo.
 
Scusate la descrizione spartana ma vado di fretta.
I migliori auguri di Buona Pasqua a tutti.
Ciao.

martedì 3 aprile 2012

Crostata inglese


Crostata veramente buona con una frolla  molto friabile ed un ripieno un pò diverso dal solito.
Ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro.
Pasta frolla
250 gr di farina 00
50 gr di maizena
40 gr di burro (mi servirà per l'impasto e per ungere lo stampo di cottura)
40 gr di olio di semi di mais
80 gr di zucchero
2 uova
1/2 bustina di lievito per dolci 
Ripieno
Marmellata di pesche o albicocche
Marmellata di frutti di bosco
Savoiardi
Alchermes
Qualche pezzetto di cioccolata

Passiamo alla preparazione ......
Come prima cosa prepariamo la pasta frolla. 
Prendiamo lo stampo di cottura del dolce e mettiamoci il burro spezzettato grossolanamente, mettiamo sul fuoco un pentolino con dell'acqua e sopra appoggiamo lo stampo con il burro. Spegnere il fuoco prima che il burro sia completamente sciolto perchè il calore continuerà a farlo sciogliere (non deve friggere).
In una ciotola versiamo tutti gli ingredienti e diamo una mescolata veloce con la forchetta.
Con metà impasto rivestiamo il fondo delle stampo di cottura.
Copriamo con uno strato, non troppo abbondante, di marmellata di pesche o albicocche...
.... sistemiamo sopra i savoiardi, che bagneremo con l'alchermes,  cospargiamo con dei pezzetti di cioccolato (io ho usato quello al latte) ......
 ... ricopriamo con la marmellata ai frutti di bosco (viene messa sopra perchè essendo più liquida di quella alla pesca/albicocca si distribuisce meglio sopra i savoiardi).
Con l'altra metà di impasto copriamo la crostata. Per far prima ho usato lo schiacciapate.
In forno a 180° per 30 minuti.
Eccola cotta ...... e all'interno.
 Vi consiglio di provarla è veramente buona.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...