Lettori fissi

giovedì 30 dicembre 2010

Crostata pere e cioccolato

Un dolce semplice e buono che può essere realizzato con pochi ingredienti.

Ingredienti:

Base : 1 uovo, 50 gr di zucchero, 50 gr di burro, 150 gr di farina 00, ½ bustina di lievito per dolci

Ripieno: 1 barattolo di pere sciroppate, qualche pezzetto di cioccolato (io uso il Mars), marmellata di pesche

Parte superiore: 80 gr di zucchero, 70 gr di farina 00, 30 gr di fecola, 20 gr di cacao amaro, 1 vasetto di yogurt al naturale (125 gr), ½ bustina di lievito per dolci

Procedimento:
Base:
Nello stampo che poi sarà utilizzato per la cottura del dolce (diametro 26 cm) far sciogliere i 50 gr di burro (io uso un pentolino con dell’acqua che va a diretto contatto con il fuoco, e sopra questo metto lo stampo per il dolce) e poi versarli nella ciotola di cui sotto. 
Una volta utilizzato il burro fuso, senza lavare lo stampo lo metto nel congelatore.

In una ciotola, mescolare insieme tutti gli ingredienti della base in maniera veloce usando solo una forchetta (non deve venire una palla liscia ed elastica ma deve rimanere ruvida).
 Con le mani unte di olio stendere l'impasto ottenuto sopra lo stampo di cottura.
Parte superiore:
Mescoliamo gli ingredienti solidi .......
 .... e poi aggiungiamo lo yogurt.
Se l’impasto risultasse troppo duro, aggiungete max mezzo bicchiere di latte.
Il composto dovrà poi essere distribuito sopra la base, dovrà avere questa consistenza.
Assemblaggio del dolce:
Distribuire sopra la base un leggero strato di marmellata e sopra questa mettete le pere tagliate a fettine 
 Aggiungere qualche pezzetto di cioccolata qua e la (usate la dose che più vi piace ma senza esagerare).
Versate sopra l’impasto che ho chiamato “parte superiore” facendo in modo che siano coperte tutte le pere.
Non ci resta che cuocerlo, beh! indicare tempo di temperatura è un po’ difficile perché ogni forno è diverso dagli altri. Vi dico comunque come procedo io con la premessa che il mio è un vecchio forno a gas statico:
-         accendo il forno 15 minuti prima di infornare il dolce
-         posiziono il dolce sul 2° ripiano (il fuoco è posto sulla parte sottostante)
-         temperatura 180°
-         tempo 35/40 minuti

Attenzione è un dolce che non deve essere fatto cuocere troppo altrimenti diventa secco e perde quella sua particolarità che è la cremosità.

martedì 28 dicembre 2010

I miei fiori estate 2010



Nappina composta da microcuscino, bottone e nappina semplice

Nappina composta da microcuscino con fiore eseguito a punto reale contornato da punto erba scambiato, bottone con fiore a punto vapore fermato al centro con una perlina e nappina semplice realizzata con filato ritorto fiorentino n. 8


Particolare microcuscino 
Particolare del bottone e della nappina semplice

domenica 26 dicembre 2010

Giardiniera in agrodolce



 Un ringraziamento alla signora Delma per avermi fatto conoscere questa ricetta

Ingredienti
  • 3 Kg di verdure
  • 1 lt di vino bianco
  • 1 lt di aceto
  • 3 bicchieri di olio di oliva EVO
  • 200 g zucchero
  • 4 cucchiai sale grosso
 Procedimento
- preparare le verdure facendole a tocchetti (naturalmente lavate accuratamente)
- mettere tutti gli ingredienti, escluse le verdure, in una pentola e portare a bollore,
- quando arriva all’ ebollizione versare le verdure in questo ordine:
       carote e cavolfiore,
                  DOPO 2 MINUTI CHE BOLLONO
                 AGGIUNGERE
                 sedano, finocchi, cipolline peperoni e
                 fagiolini,
                 FAR BOLLIRE ALTRI 2 MINUTI
- far raffreddare completamente nella pentola di cottura coperta con coperchio
- quando sono freddi  porre in vasi di vetro

Si conserva di sicuro per 2 mesi .... forse anche più ma oltre a casa mia non è mai arrivata.

BUON APPETITO


Centro ricamato a punto antico

Questo è un centro che ho realizzato diversi anni fa.
Non ricordo dove ho trovato questo schema ma di sicuro su qualche libro dedicato al punto antico o su qualche rivista di ricamo ..... probabilmente ho preso qua e la.

Particolari del centro eseguito su puro lino con filato ritorto fiorentino n.8 e n.12



Tutta la sfilatura è realizzata a mano libera, per eseguire  il motivo che riempie l'angolo ho usato un piccolo telaio a molla.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...