Lettori fissi

lunedì 8 aprile 2013

Ciaramicola



Si tratta di un dolce pasquale originario di Perugia. La caratteristica è quella di avere l'interno rosso e sopra un bel cappello di meringa.
Questa ricetta mi è stata data, tanto tempo fa, da Clara (la cognata della sorella di mia cognata: sembra uno sciogli lingua?). Ho dimezzato la dose e ridotto un pò il burro.
La condivido con voi.
Ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro
3 uova + 1 tuorlo
300 g farina 00
150 g zucchero
100 g burro sciolto a bagnomaria da usare tiepido
1 bustina di lievito in polvere
1 limone succo e buccia grattugiata (ho usato l'arancia al posto del limone)
80 g di alchermes e 20 g di mistrà
qualche pezzetto di cioccolata fondente (facoltativo)
Meringa
1 albume
100 g di zucchero
confettini colorati (io non li avevo quindi li ho sostituiti con della cioccolata)
Procedimento
Montare molto bene le uova con lo zucchero (devono diventare belle spumose), poi aggiungere gli altri ingredienti un pò alla volta. Mi raccomando amalgamare molto bene il composto.
 
Eccolo pronto per essere cotto.
Forno statico a 180° per 25 minuti
Mentre la base cuoce prepariamo la meringa che andrà messa sopra.
Montare l'albume  aggiungendo a cucchiaiate lo zucchero, deve essere molto soda ....... vedete con si stacca dal dito. Con la planetaria ho impiegato 8 minuti a velocità 8.
Una volta cotto il dolce, lo sforniamo senza spegnere il fuoco che abbasseremo alla temperatura minima che ci consente il forno (il mio forno non ha i gradi, quando vi indico 180° metto il n. 4; per la cottura della meringa ho messo il n. 1 forse corrisponde a 120°!!)

Coprire il dolce con la meringa e mettere sopra i confettini (cioccolato nel mio caso).
Ho rimesso il dolce nel forno, come detto sopra con la temperatura n. 1 per altri 50 minuti e quindi l'ho sfornato definitivamente.  Anche se le foto sono un pianto, vi mostro l'interno.
 Un saluto da Tugo, il cagnolino più bello, intelligente, affettuoso e ....... puzzolente del mondo.
Ciao Letizia sei proprio n'a delizia.

4 commenti:

  1. Adoro fare dolci... e questo lo provo di sicuro !!!
    E le foto non sono un pianto...
    Siccome non conosco il mistrà, con cosa lo posso sostituire ?
    Grazie della risposta e... complimenti
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mistrà è il liquore che sa di anice, se non lo hai puoi sostituirlo con del rum. L'importante è non cuocere troppo il dolce altrienti diventa secco.
      Grazie della visita e alla prossima

      Elimina
  2. sembra buono io ho provato una volta a farlo con una ricetta presa sul web ma non e' venuto bene!!!
    questo lo voglio provare!!!
    baci
    Bruna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come detto ad Elena il "trucco sta nella cottura". Grazie della visita e contraccambio i baci. Ciao ciao

      Elimina

Chi non ha un account google o un blog può lasciare un commento cliccando su "commenta come" Anonimo e lasciando poi il proprio nome.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...