Lettori fissi

giovedì 27 settembre 2012

Mattonella colorata

Questo piatto l'ho preparato ispirandomi ad una ricetta di Montersino,  non riporto le sue dosi perchè le ho stravolte e modificato gli ingredienti. 
E' un piatto versatile che può essere usato come antipasto, finger  food o come piatto unico.
E' molto buono, può essere preparato anche in anticipo,  sono sufficienti 10 minuti nel forno per farlo tornare come appena sfornato.
Ingredienti
1 confez. di  pane bauletto Mulino Bianco da 400 gr.
1/2 bicchiere di olio EVO (quelli di plastica così non lo lavo)
400 gr. di verdure tagliate a rondelle o piccoli pezzi (zucchine, carote, cipolle e peperoni)
50 gr. di parmigiano
50 gr. di formaggio splamabile light
250 gr. di latte
50 gr. di parmigiano

100 gr. di mozzarella
2 uova
sale, pepe
Procedimento
Far rosolare le verdure in padella con un filo d'olio, regolare di sale (sono stati sufficienti 15 minuti).

Far freddare.
Eliminare i bordi dalle fette di pane, sistemarle su un piatto da forno, pennellare con olio.
Le ho passate qualche minuto nel forno (attenzione bastano pochi minuti).
Su un piatto capiente ho sbattuto le uova alle quali ho aggiunto il parmigiano.
Ho fatto scaldare il formaggio spalmabile  con il latte.
Ho mescolato insieme il composto di uva e latte.
A questo punto ho ricoperto uno stampo di carta forno, fatto uno strato di pane tostato  inzuppato con il composto latte-uova, messo un pò di verdure e una spolverata di mozzarella....
...... ho continuato fino ad esaurimento degli ingredienti.
Cotto in forno statico a 180° per 40 minuti (sul 2° ripiano).
Ne gradite un pezzetto?
Ciao.

domenica 23 settembre 2012

La copertina del Battesimo di Bianca

Vi faccio vedere la copertina  usata il giorno del battesimo di Bianca.
Premetto che non è stata ricamata da me (allora non sapevo neanche tenere l'ago in mano).
Forse queste immagini possono essere utili a qualcuna per prendere qualche spunto.
La coperta (misura cm 100x80) è stata realizzata con la macchina per maglieria n. 5,  lavorata a maglia perlata con spostamento delle fronture. Al centro è stata  lavorata una base quadrata a maglia rasata sulla quale è stato eseguito il ricamo  a mano usando la stessa lana della coperta e un filo di raso (punto pieno, vapore, erba).
Ve la mostro.
Una cascata di fiori formano il motivo centrale.

 I fiorellini a punto vapore.
Era, ed è tutt'ora,  molto bella.

Ciao.

mercoledì 12 settembre 2012

Dolce di albumi

Avevo nel congelatore degli albumi, oggi mi sono decisa e li ho usati per preparare questo dolcetto (data la mancanza di tuorli è molto più leggero) .
Ingredienti
7 albumi (ogni albume pesa circa 35 g)
180g zucchero
150 g farina 00
60 g olio di semi di mais
aroma di arancia (io lo preparo da me con buccia d'arancia, zucchero e vodka)
un pizzichino di sale
una cartina da 1/2 kg
un cucchiaio di cacao amaro
1/2 tazzina di sciroppo di menta
Procedimento
Ho montato a neve ben ferma gli albumi.
In una ciotola ho mescolato tutti gli altri ingredienti.
Ho iniziato ad aggiungere il tuorlo un pò per volta, ed una volta che il composto era diventato morbido ho aggiunto tutti gli albumi mescolando dall'alto al basso per non far smontare.

Ho versato nello stampo di cottura (misura cm 15x28) quasi tutto l'impasto lasciandone da parte un pò (molto meno della metà).
 Ho aggiunto ad una parte il cacao e all'altra  lo sciroppo di menta.
Cotto in forno statico a 180° per 40 minuti.
Ecco l'interno.
Non male, vi consiglio di provarlo se avete albumi avanzati.
Ciao.

martedì 11 settembre 2012

Prugne sciroppate


Ecco come prepara le prugne sciroppate la mia mamma.
Innanzi tutto sto parlando di questo tipo di prugne.
Dopo averle lavate, senza asciugarle,  vanno sistemate nei barattoli di vetro e aggiunto lo zucchero (ad es. per un barattolo da un chilo si mettono 3 cucchiai colmi di zucchero).
Questi sono i barattoli da 400 g ed ho messo un cucchiaio e mezzo di zucchero.
Bisogna pulire  bene il bordo del barattolo, non devono esserci residui di zucchero e deve essere asciutto.
Il tappo va ben avvitato.
I barattoli preparati li ho sistemati  in una pentola,  sul fondo ho messo un pezzo di stoffa, e li ho ricoperti completamente di acqua.
Ho acceso il fuoco e non appena l'acqua ha iniziato a bollire ho spento il fornello.
Ho lasciato che i barattoli si raffreddasssero nella pentola con l'acqua con la quale li avevo fatti bollire ; la pentola deve rimanere coperta con il suo coperchio.
L'indomani, dopo 24 ore circa,   i barattolini di frutta sciroppata possono essere tirati fuori dall'acqua e sistemati in dispensa.
Si conservano anche per più di un anno.
Sono molto buoni specie d'inverno quando il frutto fresco non si trova.
Ciao Fiammetta.

mercoledì 5 settembre 2012

Lo strofinaccio allegro


Girobloggando ho visto bei lavori etichettati come "cucito creativo".
Con stoffe di vari colori  e fantasie si creano simpatici soggetti come cani, gatti, uccelli ... e .... casette, alberi, nuvole e .... spazio alla fantasia.
Per unirli al tessuto base, ci si aiuta con la carta termoadesiva e con dei punti, per fissare meglio il tessuto e per decorare ulteriormente i motivi creati.
Premesso che con la macchina da cucire spesso litigo vi mostro il risultato.
Ho cucito gli orli laterali , piegando prima il tessuto con il ferro da stiro e poi via una righetta.
In fondo ho applicato una stoffa a quadretti lilla,  e finito di orlare il tessuto.
Ho cucito un pezzetto di stoffa a mò di fettuccia per appendere lo strofinaccio.
 Ed ora la parte divertente, ecco la mia casetta.

 ... e la staccionata vicino all'albero.
 Qualche fiorellino ci sta sempre bene ....
 Non è un gran lavoro ma di sicuro da soddisfazione visto che in due sere era stato cucito e stirato.
Ciao e alla prossima.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...